Logo Intuity
Contatti

Le mosse da non ripetere a casa (valide anche se non è la Giornata Mondiale delle Password)

Share article

Nell’odierno mondo ibrido, che oscilla fra analogico e digitale, la sicurezza informatica è diventata una priorità assoluta per utenti e aziende.

La protezione dei nostri dati sensibili e della nostra privacy online non solo richiede l’adozione di pratiche di sicurezza solide, ma anche una grande consapevolezza e tanto impegno.

La Giornata Mondiale delle Password, dal nostro punto di vista

La Giornata Mondiale delle Password, che solitamente ricorre ogni primo giovedì di maggio, ci offre lo spunto per un promemoria importante: La sicurezza informatica non è un tema da poter ridurre ad una singola giornata all’anno; allo stesso modo, la scelta delle password non è un gioco, ma una sfida continua verso una completa consapevolezza.

Utilizzare informazioni personali per comporre le nostre password, non solo mette in pericolo i nostri dati sensibili, ma rischia di innescare una reazione a catena danneggiando tutti gli account che fanno parte della nostra identità digitale.

Di seguito riportiamo alcune delle mosse che non dovremmo mai azzardare quando si tratta di creare password sicure:

Ma perché queste informazioni non andrebbero utilizzate sulle password?

I nomi delle persone care e dei nostri animali domestici, le nostre informazioni di nascita e di residenza sono dati facilmente reperibili per chi ha accesso ai nostri profili social. Utilizzarli come parte delle nostre password aumenta il rischio che le nostre credenziali vengano scovate dai non autorizzati. Inoltre, informazioni di questo tipo sono molto prevedibili e quindi più vulnerabili agli attacchi informatici.

Gli attaccanti infatti utilizzano dei tool automatizzati che, (con tecniche note come Brute Force o A Dizionario) partendo da informazioni personali reperite dai social network e altri account pubblici, tentano combinazioni comuni di password fino a scovare quella giusta.

Costruire la Cultura della Sicurezza Informatica

Costruire una cultura della sicurezza informatica richiede un impegno continuo e una consapevolezza costante, per questo non possiamo permetterci di abbassare la guardia in nessun momento. Ogni giorno dobbiamo adottare le migliori pratiche di sicurezza informatica (uso di password complesse, l’aggiornamento delle impostazioni di sicurezza, l’attivazione dell’autenticazione a due fattori, etc).

Tutto questo però, non è abbastanza. Lo diciamo spesso, ma è bene ripeterlo:

“La Sicurezza non è una sfida tecnologica,
Se così fosse la tecnologia l’avrebbe già vinta molto tempo fa.
La Sicurezza è una sfida di persone, una sfida sociale e organizzativa.
E’ una sfida Culturale.”*

*𝘗𝘦𝘰𝘱𝘭𝘦-𝘊𝘦𝘯𝘵𝘳𝘪𝘤 𝘚𝘦𝘤𝘶𝘳𝘪𝘵𝘺: 𝘛𝘳𝘢𝘯𝘴𝘧𝘰𝘳𝘮𝘪𝘯𝘨 𝘠𝘰𝘶𝘳 𝘌𝘯𝘵𝘦𝘳𝘱𝘳𝘪𝘴𝘦 𝘚𝘦𝘤𝘶𝘳𝘪𝘵𝘺 𝘊𝘶𝘭𝘵𝘶𝘳𝘦 – 𝘓𝘢𝘯𝘤𝘦 𝘏𝘢𝘺𝘥𝘦

Scopri la nostra mission: https://www.intuity.it/red-team-blue-team-cybersecurity/

#securityawareness #cybersecurity #securitycultyre #password