Logo Intuity
Contatti

Storie di ordinaria sicurezza – Febbre da regali di Natale

Share article

La storia che segue è la storia di tutti noi, utenti ignari in balia della 𝐅𝐞𝐛𝐛𝐫𝐞 𝐝𝐚 𝐫𝐞𝐠𝐚𝐥𝐢 𝐝𝐢 𝐍𝐚𝐭𝐚𝐥𝐞.

Sono le 5.30 del mattino del 2 dicembre e Marco è appena arrivato in aeroporto perché alle 10.00 lo aspettano i colleghi nella sede di Roma. Mentre attende il volo, comincia a pensare al Natale.

Ha molti regali da fare quest’anno: i nipoti sono cresciuti e chiedono cose sempre più impegnative. Mentre aspetta, inizia a navigare sul cellulare per cercare qualche idea. Simona compie anche 18 anni tra tre settimane e vorrebbe regalarle il modello appena uscito di un cellulare molto in voga.

Inizia la sua ricerca proprio da lì, comparando i prezzi che trova su alcuni rivenditori online. Ad un certo punto, ecco un negozio online appena aperto che offre la promozione perfetta: 40% di sconto su tutti i prodotti del marchio, con custodia e vetro protettivo in omaggio. Approfittando dell’occasione potrebbe prendere anche le cuffie wireless per Fabio, il fratello di Simona.

Sta navigando sul sito per cercare le recensioni, quando chiamano il suo volo. La promozione scade tra poche ore e Marco non sa se riuscirà a ricollegarsi entro il termine indicato, così decide di completare l’acquisto, inserisce telefono e cuffie nel carrello, digita i dati della sua carta di credito e conferma. I nipoti possono stare sereni, per Natale non rimarranno delusi! Chiude il PC e si avvia di corsa verso l’imbarco.

Al termine della giornata, Marco rientra in albergo. È molto stanco e vuole solo dormire; si ricorda solo di controllare se ha ricevuto la conferma dell’ordine della mattina e, una volta trovata, si addormenta sereno.

Dopo qualche giorno, non avendo ancora ricevuto nessuna informazione sul suo ordine, Marco decide di chiamare il servizio clienti.

Trova così la prima brutta sorpresa: il sito sul quale ha acquistato non esiste più! Dopo l’incredulità iniziale, realizza di essere stato truffato e, sconsolato, si affretta a verificare il suo conto corrente… Purtroppo ci sono altre transazioni sospette di cui non si era accorto prima, così chiama subito la banca per segnalare l’accaduto.

Questo Natale Marco dovrà purtroppo rinunciare a fare i regali pianificati. Seppur titubante, ha deciso di raccontare quanto successo a tutti i suoi famigliari. Sospetta già che lo prenderanno in giro, ma è sicuro che ricorderanno l’episodio e presteranno più attenzione anche loro nel fare acquisti online… soprattutto Simona e Fabio che al posto di cellulare e cuffie wireless hanno ricevuto due paia di calzini!

Qui la versione scaricabile! https://www.intuity.it/wp-content/uploads/2023/12/Storie-di-ordinaria-sicurezza-Febbre-da-regali-di-Natale-integrale.pdf

#socialengineering #christmasgifts #cybersecurity #securityawareness #securityculture #onlineshopping